LA STORIA DELLA "VERDI"

Fondata nel 1910 da un gruppo di appassionati,la Societa' Musicale Giuseppe Verdi - Citta' di Biella nei primi anni di vita si dedica esclusivamente ad eseguire musica da ballo. Dirige il Maestro Ignazio Pagella, che si dedica anche a scrivere le parti. Era l’epoca in cui la musica bandistica era parte integrante nei divertimenti popolari.
Nel 1913 venne inaugurata la prima uniforme sociale con cappello a casco e pennacchio a due punte. Intanto si partecipa al primo concorso musicale di Santhia' (giugno 1913), ottenendo il secondo premio, e a Saronno (luglio 1915) portando a casa il quinto posto.
A causa della grande guerra 1915/18 (alla quale tutti i componenti della Societa' Musicale Giuseppe Verdi - Citta' di Biella sono chiamati alle armi - 4 i Caduti) l’attivita' musicale subisce una sospensione.
Nel 1919 la “Banda Verdi” si riorganizza, affluiscono nuovi musici, si studia tutte le domeniche mattina sotto la bacchetta del Maestro Pagella. Dal 1922 si partecipa con buon esito a vari concorsi bandistici del Piemonte. Cessata l’attivita' del Maestro Pagella, subentra alla direzione della compagine il Maestro De Rosa, un esperto di musica che pretendeva che i concerti venissero eseguiti alla perfezione.
Nel 1960 fervono i preparativi per il cinquantesimo anno di fondazione, a settembre. Il Maestro De Rosa, un poco sofferente, non poteva piu' seguire la direzione della Banda Verdi di Biella. Occorreva un nuovo Maestro, e la Societa' Musicale Giuseppe Verdi invito' alla Direzione della stessa il giovane Emilio Straudi. Straudi aveva 28 anni, era un violinista e aveva studiato al Conservatorio “G. Verdi” di Torino. Dirigeva gia' un’orchestra d’archi, ma non aveva dimestichezza con la Banda. Fu un contratto d’affiatamento che ando' sempre più perfezionandosi con l’esecuzione di tanti concerti ben eseguiti.
Per un periodo di tempo, a causa di impegni di studio del Maestro Straudi, la direzione fu affidata al Maestro Romeo Gremmo di Ponderano, che guido' la formazione fino alla conclusione del ciclo di studi del Maestro Straudi, che riprese la direzione fino al 1998.
Dal 1999 la direzione della banda è affidata al Maestro Massimo Folli.
Nel giugno dell’anno 2000 la Banda Verdi ha partecipato al 114esimo Certament International de Bandas de Musica di Valencia (Spagna), classificandosi nella terza categoria (bande fino a 50 elementi) al terzo posto.
Nel maggio 2003 ha partecipato al 10° Concorso Citta' di Cascina (PI) aggiudicandosi il primo premio assoluto.
Nell’ottobre 2005 la Banda Verdi di Biella ha partecipato al VI Trofeo Internazionale di Bande di Musica e Maiorettes di Malgrat de Mar (Barcellona) in Spagna.
La Societa' Musicale Giuseppe Verdi - Citta' di Biella ha accompagnato in appuntamenti concertistici illustri cantanti lirici e di musical, strumentisti affermati nel panorama musialce europeo tra i quali Andrea Durando e Marica Grazia Pavignano al pianoforte, Riccardo Armari al trombone, Fulvio Angelini al flauto, Lucas Berrino all’oboe, il quintetto di ottoni del Conservatorio di Novara “Brass Fever”, Ivano Buat(prima tromba del Teatro Regio di Torino); Andrea Tofanelli, Francesco Santucci, Giampiero Lo Piccolo, Massimo Tempia, Massimo Serra, jazzisti di fama internazionale; i cantanti Davide Gilardino, Gloria Strippoli, Cecilia Viola, Alessandro Di Cosimo, Enrica Maffeo, PierAntonio Rasolo, Aldo Bertolo, Licia Stara, Bo Ra Cha.
Tra i presidenti succedutisi negli anni, si ricordano con particolare affetto Franco Coda ed il Cav. Diego Coppa, scomparso nell’ottobre del 2004, il quale ha ricoperto la carica ininterrottamente per dodici anni.
Dall’anno 2005 la carica di presidente è ricoperta dal maestro Vittorio Caprio. Oggi la Societa' Musicale Giuseppe Verdi - Citta' di Biella conta tra le sue fila circa una settantina di musicisti, tra i quali molti giovani.





Vecchio labaro della Societa' Musicale Giuseppe Verdi - Citta' di Biella.








Sfilata della Societa' Musicale Giuseppe Verdi - Citta' di Biella di molti anni fa.